Le Havre

Questo grande porto mercantile è stato quasi completamente ricostruito dopo la Grande Guerra.

Questo grande porto mercantile divenne base militare nazista e la città venne rasa al suolo per l’85%.

La città alla fine della guerra dovette reinventarsi completamente, rielaborando un piano urbanistico e architettonico fondato sul cemento, sull’assenza di ornamenti, sulla semplicità ed essenzialità, una città austera e grigia nella quale è stato inserito il nuovo centro culturale Oscar-Niemeyer tutto tondo e asimetrico.

Il nuovo stile urbanistico ha riscosso moltissime critiche nonostante alcuni edifici siano stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco: in ogni caso rimane una città difficile da amare e in netto contrasto con il carattere medievale e pittoresco della Normandia

Da vedere

  • Una delle cose più interessanti da visitare è il Musée Malraux che conserva una incredibile collezione di quadri impressionisti: Pissarro, Renoir, Sisley, Delacroix, Constable, Manet, Gauguin e Matisse.
  • I Jardins suspendus sono una celebrazione degli esploratori salpati proprio dal porto di Le Havre e sono divisi per continenti con al centro le serre tropicali.
  • Nonostante i bombardamenti è possibile visitare la cattedrale Notre-Dame danneggiata solo in parte e uno dei pochi edifici rimasti in piedi della città.
  • Il ponte futurista che collega la città al Calvados.

Mappa

Alloggi Le Havre

Cerchi un alloggio a Le Havre?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili a Le Havre
Mostrami i prezzi