Le spiagge del D-Day

Qui si è svolta una pagina drammatica della storia del ‘900 conclusasi con la progressiva liberazione dei territori francesi.

All’alba del 6 giugno 1944 ebbe inizio la più grande offensiva militare della storia, in codice Operation Overlord, ribattezzato D-Day, in cui 7000 unità e decine di migliaia di soldati inglesi, americani e canadesi sbarcarono sulle coste normanne per iniziare la liberazione dell’Europa dalla Germania nazista.

Qui si è svolta una pagina drammatica della storia del ‘900 conclusasi con la progressiva liberazione dei territori francesi ma anche con un vero e proprio massacro nel tentativo di portare a termine l’operazione: nei 76 giorni di combattimento gli alleati persero 210,000 soldati mentre i tedeschi 200.000 morti e 200.000 prigionieri.

Tutto questo tratto di splendida costa chiamato Côte de Nacre ovvero di madreperla, è completamente disseminato di campi di battaglia, buchi lasciati dai bombardamenti, cimiteri e musei di guerra a testimoniare l’orrore che qui si è consumato.

Ammirando il panorama, oggi semplice muto luogo di memoria, sembra quasi impossibile che si sia consumata una simile tragedia umana e vi avvisiamo che se dedicherete una giornata a visitare i luoghi della memoria dovete prepararvi a un notevole impatto psicologico.

Mappa