Rouen

Rouen

Rouen è la perla indiscussa della Normandia, un vero e proprio gioiello architettonico.

Rouen è la perla indiscussa della Normandia, un vero e proprio gioiello architettonico in cui si fondono magistralmente arte, storia e cultura che accompagnano una vivace vita sociale e un magistrale panorama gastronomico.

È una delle tappe fondamentali per un viaggio in Normandia e punto di partenza per andare alla scoperta di questa terra meravigliosa e ricca di emozioni.

Incastonata fra la Senna e il mare Rouen è rimasta magicamente illesa dalle devastazioni della guerra e conserva non solo una delle più eccezionali cattedrali gotiche d’Europa ma un centro storico senza pari, che conserva un cuore medievale con più di 200 case a graticcio autentiche sopravvissute non solo al secondo conflitto mondiale ma anche alla Guerra dei Cent’anni.

Qui inoltre trovò la morte sul rogo Giovanna d’Arco: infatti parte del fascino di Rouen è dato anche da un certo clima gotico e spirituale che affonda le sue radici nel clima cupo dell’Inquisizione, un fascino meno evidente ma che può essere notato da occhi attenti che sanno guardare oltre i colori pastello del centro storico.

Da vedere

  • Presso l’ufficio del turismo troverete opuscoli con diversi itinerari a piedi consigliati sia individuali che con l’ausilio di guide per scoprire tutti gli aspetti della città: è possibile ad esempio seguire le orme di Giovanna d’Arco all’interno del reticolo urbano.
  • La cattedrale Notre-Dame è uno degli esempi più eccelsi di gotico francese con il suo pizzo di pietra che svetta verso il cielo, talmente bella con qualunque condizione atmosferica da aver ispirato le famose tele di Monet (circa una trentina). Lasciate spaziare lo sguardo sui tre portali minuziosamente scolpiti, sulla tour de beurre (chiamata così perchè realizzata con i proventi della tassa su coloro che volevano mangiare burro durante la quaresima) e sulla torre centrale che svetta per 151 metri. Anche l’interno è affascinante con la sua purezza di linee e forme e il luogo dove è conservato il cuore di Riccardo Cuor di Leone.
  • Le meraviglie gotiche non finiscono qui: potrete visitare l’Abbatiale Saint-Ouen con le grandi vetrate policrome e le linee slanciate, la chiesa di Saint-Maclou mirabile esempio di gotico fiorito, il Palais de Justice, un vero capolavoro in stile gotico flamboyant con guglie, doccioni e statue. Se girate intorno alla chiesa di Saint-Maclou potrete visitare l’Aître Saint-Maclou un ossario medievale dove venivano sepolte le vittime della peste: intorno al cortile si cela un reticolo di case a graticcio dall’aspetto spettrale con sculture che raffigurano teschi, tibie incrociate, attrezzi da becchini e perfino l’antica carcassa di un gatto nero, probabilmente ritenuta incarnazione del demonio e sepolta qui per tenere lontani gli spiriti maligni.
  • Sotto al cortile del Palais de Justice potrete visitare (solo su prenotazione) l’unico monumento a testimonianza dell’antico ghetto ebraico della città, il Monument Juif.
  • Il Gros-Horloge è uno dei monumenti più fotografati della città, una meravigliosa costruzione rinascimentale con un orologio che mostra anche le divinità della settimana e le fasi della luna.
  • Le antiche vie della città vecchia conservano gli esempi più mirabili di case a graticcio, con un reticolo di vicoli acciottolati su cui si affacciano negozietti, botteghe di artigiani e antiquari dove vi sembrerà di essere ritornati in epoca medievale. Le vie più autentiche sono segnalate dagli opuscoli che troverete all’ufficio del turismo anche se l’unico modo per girare questa zona è vagabondare lasciandosi guidare dalla bellezza e dall’intuito.
  • Non perdetevi la visita del mercato della domenica mattina in Place Saint-Marc dove la città si trasforma in un grande villaggio di campagna con fiori, pollame, formaggi, salumi, uova e ogni genere di meraviglia culinaria in un tripudio di odori e sapori.
  • Anche Place du Vieux-Marché merita una sosta: qui nel medioevo venivano eseguite le condanne capitali compresa quella di Giovanna d’Arco nel 1431 e dove si trova anche un piccolo museo dedicato all’eroica locale.
  • Per una passeggiata rigenerante recatevi al Jardin des Plantes, 9 ettari di prati, serre esotiche e giardini con perfino un laghetto dove si possono noleggiare barchette.
  • Durante le sere d’estate la facciata della cattedrale diventa la tela per i giochi cromatici di Suoni e Luci, uno spettacolo che dura circa 40 minuti e che renderà ancora più piacevole passeggiare per il centro.

Dove dormire a Rouen

Cerchi un Hotel a Rouen? Clicca qui per vedere tutti gli alloggi disponibili a Rouen
Musei di Rouen

Musei di Rouen

La città è anche ricca di interessanti musei per la cui visita è possibile acquistare un biglietto...
Dintorni di Rouen

Dintorni di Rouen

Luoghi e castelli da visitare a due passi da Rouen.
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 5 su 2 voti